You are browsing the archive for Fotografia e motocicletta.

Europa in moto recensione

January 22, 2012 in Articoli, Diari di viaggio, Fotografia e motocicletta, Libri

Qualche giorno fa mentre mi trovavo in libreria, la mia attenzione viene attirata dalla sezione auto e moto. Nello scaffale riguardante i libri sulle motociclette mi soffermo sui libri legati ai viaggi. Noto così un libro dal titolo per me molto interessante:

“Europa in moto”

“Europa in moto” è un libro di quasi trecento pagine che tratta di viaggi in moto nel nostro continente in maniera molto curata. I viaggi spaziano da brevi tour della durata di qualche giorno a grandi viaggi di piĂą di un mese. Gli itinerari riguardano sia il vecchio continente tra grandi classici e nuove mete, sia suggestivi luoghi ai confini d’Europa.

Nel dettaglio i contenuti del libro sono:

-4 grandi viaggi ai confini d’Europa

- 36 itinerari nel vecchio continente tra grandi classici e nuove mete

-380 informazioni pratiche, consigli e indirizzi utili

-40 carte stradali con tutti i percorsi in due pratici allegati stradali

-circa 300 pagine di informazioni, immagini, cartine e testi descrittivi

Le mete ai confini d’Europa spaziano da Capo Nord alla Russia, dalla Turchia al Portogallo, e poi ancora Francia, Svizzera, Germania, Austria per quanto riguarda l’Europa centrale. Per quanto riguarda l’Europa dell’ Est troviamo Slovenia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Ungheria, Ucraina e i Balcani. Gli itinerari in Europa del Nord invece sono:Paesi Bassi, Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca, Svezia, Paesi Baltici e Islanda. Nell’Europa del Mediterraneo invece troviamo Spagna, Corsica, Croazia e Grecia.

C’è quindi materiale per prendere spunto per molti viaggi. Per ogni itinerario sono presenti i consigli, i numeri e gli indirizzi utili (come ambasciate e uffici del turismo), le informazioni su dove alloggiare, un pò di foto, e la descrizione del viaggio.

Il libro è della casa editrice Touring Editore in collaborazione con la rivista Mototurismo.

Non vi resta che correre in libreria, acquistare il libro, andare a fare benzina alla vostra moto e partire.

Buona lettura,

BikersOnWeb

 

Europa in moto touring editore mototurismo

 

 


Avatar of niki

by niki

Piccola uscita domenicale d’autunno: da brividi…

October 24, 2011 in Diari di viaggio, Fotografia e motocicletta

La partenza questa domenica è posticipata così, sinceramente, si dorme un po’ di piĂą e poi si evita il freddo mattutino.
Alle undici e mezza siamo pronti da Sarzana direzione Aulla, in Lunigiana, ormai la conoscete ma per un ripasso visitate www.lunigiana.com
Da Aulla si prosegue in direzione Casola in Lunigiana, circa 20 km, per poi proseguire per 10 km verso il Passo dei Carpinelli che collega la Lunigiana alla Provincia di Lucca e piĂą precisamente alla Garfagnana (consultate www.garfagnana.it per tutte le informazioni ).
Foto di rito al Passo, poi si prosegue, direzione Camporgiano, si percorrono circa 20 km superando Piazza al Serchio il paese in cui una vecchia locomotiva a vapore da il benvenuto ai visitatori.
Da Camporgiano superiamo, Vitoio e Puglianella, 10 km che ci portano al Lago di Vagli.
Questo Lago ha una storia particolare, è un lago artificiale creato nel ’46 per usi idroelettrici e come riserva d’acqua per le zone boschive circostanti. Dove oggi sorge il Lago, esisteva però un paese, Fabbriche di Careggine, costruito nel XIII secolo, i cui abitanti vennero trasferiti nel paese oggi nominato Vagli di Sotto per poter avviare il riempimento del lago artificiale, sommergendo così l’antico abitato di Fabbriche.
Ogni 10 anni, il lago viene svuotato per la manutenzione della diga e dal fondo del lago riaffiora il paese fantasma di Fabbriche di Vagli, nella sua atmosfera surreale.

Questo il suggestivo “Paese Fantasma”

Veloce il rientro a casa, da Vagli siamo tornati verso Camporgiano per poi proseguire in direzione Lucca e rientrare a Sarzana.

 

Niki


Avatar of niki

by niki

Trentino in moto: il viaggio di Niki, zavorrina su Honda Transalp

July 19, 2011 in Articoli, Diari di viaggio, Fotografia e motocicletta, Musica del motociclista

Eccoci, le ferie sono arrivate, con loro quelle farfalle allo stomaco del tempo che precede la partenza poi, un po’ di stanchezza, per tutte le cose fatte all’ultimo minuto e un attimo di orgoglio scoprendo che ormai sono una zavorra perfetta: riesco a far stare il MIO TUTTO nelle borse da moto, mi do una pacca sulla spalla.
Partenza ore 8:00 da Sarzana (Sp) destinazione Vipiteno /Sterzing (Bz): una settimana , io, lui e la nostra Honda Transalp.
Il viaggio va alla grande complice il bel tempo e la partenza domenicale che esclude i mezzi pesanti. Arriviamo. Beh certo un po’ stanchi ma sappiamo già che cosa ci aspetta nei prossimi giorni e pregustando km di godimento, non ci lamentiamo.
Ancora una splendida giornata di sole, Vipiteno così è ancora più bella e così il paesaggio intorno; noi siamo diretti verso il Lago di Braies, una perla del paesaggio dolomitico.
Il percorso: Vipiteno-Bressanone-Val Pusteria-Brunico-Lago di Braies.
Le strade sono perfette, ottimo asfalto, paesaggio meraviglioso e tutto torna, è lunedì quindi non c’è troppo traffico altrimenti queste valli nel week end sono veramente prese d’assalto ed è facile trovare lunghe code stressantii.
Il Lago è meraviglioso, vale la sosta; si può costeggiare tutto il perimetro; una bellissima passeggiata lungo questo specchio d’acqua cristallina incorniciato dai monti, è un momento di relax perfetto. Vi consiglio di guardare questo video:
www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=BMuQPKFVrEU
Si riparte, si rientra alla base.
Due giorni di “giretti”: tentativi di uscite “serie” inconcludenti dato il tempo pessimo, giriamo un po’ nelle valli intorno a Vipiteno, Val di Vizze e Val Ridanna, che comunque meritano di essere scoperte soprattutto sulle due ruote, motorizzate e non, anche per le biciclette infatti questo è un paradiso.
Quarto giorno, torna il sole, torna il buonumore, la temperatura è cambiata circa dieci gradi in meno, ci si copre un po’ di più e si riparte, destinazione Dolomiti: imperdibili.
L’itinerario: Vipiteno – Bressanone – Chiusa –Ortisei – Passo Sella -Passo Pordoi -Passo Falzarego- Valle Badia- Val Pusteria – Vipiteno.
Devo davvero descrivere questo percorso?Servono delle parole?Le Dolomiti in moto ti danno il senso della grandezza della natura, sei li così piccolo e vulnerabile di fronte a tanta bellezza e maestosità. Un percorso stupendo. (www.dolomiti.it suggerisce anche gli itinerari in moto).
Vi risparmio i dettagli della nostra vacanza (sequenza di birrette, wurstel e bretzel) e vado all’ultima uscita: Vipiteno- Val Pusteria – Brunico – Anterselva – Lago di Anterselva – Passo Stalle.
Un posto per noi sconosciuto e inaspettatamente spettacolare, una valle incantata che termina con un lago meraviglioso, poi si sale verso il passo a più di 2000 metri verso l’Austria e lì ancora un paesaggio incontaminato che toglie il fiato.
Segnalo: www.antholz.com , tutto sulla Valle di Anterselva.
Siamo già alla fine, è vero i chilometri si sentono tutti, sulle spalle, braccia, gambe e natiche (poverine!) ma la testa è leggera senza quei pensieri che tutti i giorni la affollano e il cuore invece è pieno di emozioni… ma si riparte perché si deve e perché intanto, tutte quelle emozioni, ce le portiamo a casa, negli occhi e nel cuore.

Colonna sonora:
Eddie Vedder “Society””,
Fanfarlo “Comets”,
Portishead “The Rip”,
Mogwai “Take me somewhere nice”,
Explosions in the sky “Your hand in mine”,
The Cinematic Orchestra “To build a home”,
Eels “From which I came a magic world”.

Niki