Avatar of niki

by

Naturalmente…sulle due ruote

August 9, 2011 in Articoli, Diari di viaggio

Dovevamo partire alle 9:00, questi i buoni propositi del sabato sera, alle 10:00 invece siamo finalmente pronti e comunque assonnati tanto che dopo un po’ di strada mi accorgo di aver dimenticato la macchina fotografica per la gioia di lui, che si scoccia quando busso sulla spalla per fermarmi per uno scatto, che poi quando si ferma “quel” punto l’abbiamo puntualmente oltrepassato…

Siamo per strada, comunque, da Sarzana direzione Montemagno (Lucca), si incontrano, facendo l’Aurelia, aimè a quest’ora già trafficata, Carrara, Massa, Pietrasanta, Camaiore, poi si sale per scollinare in direzione di Lucca. La strada verso il Montemagno è bella ma attenzione ad altre due ruote, quelle dei ciclisti, che affollano queste curve soprattutto la domenica.

Da Sarzana sono circa 40 km, proseguiamo per qualche chilometro direzione Lucca per poi imboccare il bivio per Gombitelli, ok qui l’asfalto non è dei migliori, si sale fino a superare il paese poi la strada sembra finire invece, beh inaspettatamente migliora e si entra nella parte orientale del  Parco delle Alpi Apuane ( www.parcapuane.it).

La strada è discreta, certo il ritmo è turistico, ma il paesaggio merita di essere goduto a bassa velocità.

Scendiamo lungo la Val Turrite fino a Fabbriche di Vallico  percorrendo circa 25 km. Da li si seguono le indicazioni per Bagni di Lucca, il tratto è a scorrimento veloce e chi stava smaniando può dare gas!

Da Bagni di Lucca (www.termedibagnidilucca.it se qualcuno avesse bisogno di un po’ di relax) si seguono le indicazioni per Abetone, circa 40 km di belle curve, per chi vuole correre un po’…ci si vede su ;-)

Pausa pranzo intorno alle 14:00 all’Abetone (www.abetone.com per tutte le informazioni) dove purtroppo, c’è il mercato, quindi una gran confusione; un consiglio gastronomico sono i mirtilli, prodotto tipico presentato in diversi modi: crostate, torte…con panna!

Dall’Abetone si prosegue direzione Passo delle Radici, distanza circa 25 km, siamo nel Parco Regionale del Frignano o dell’Alto Appennino Modenese (www.parcofrignano.it ), strade per noi nuove, siamo nel modenese, quindi le moto, secondo tradizione, sono numerose e in effetti le strade e il paesaggio meritano.

Arriviamo fino al Passo delle Radici anche se il nostro tour prevede una deviazione prima del Passo ci sembra giusto arrivare fin su e fare una piccola pausa.

Torniamo di poco indietro seguendo la direzione Modena località Montefiorino da qui 36 km per raggiungere Castelnuovo Monti, la strada è piacevole e l’asfalto discreto.

Castelnuovo Monti ha una collocazione particolare, sorge infatti ai piedi della Pietra di Bismantova, un altipiano scosceso che domina il paesaggio

Da qui si prosegue direzione Passo del Cerreto, sono circa 30 km, belle strade, si incontrano molti bikers, l’asfalto è discreto.

Giunti al Passo del Cerreto (www.cerretolaghi.net), dove incontriamo casualmente alcuni amici motorizzati, riprendiamo la strada verso casa in loro compagnia, circa 50 km per concludere una giornata davvero bella, e ci accorgiamo così che, grazie alle mitiche due ruote, in una giornata di agosto abbiamo attraversato ben 6 Province, ci siamo immersi in Parchi Naturali, abbiamo scoperto strade nuove e ritrovato vecchi amici…piĂą di così! “


1 response to Naturalmente…sulle due ruote

  1. Complimenti per l’articolo Niki. Sono quasi tentato di fare qualche giretto in moto in Toscana i prossimi giorni, ci sono posti che meritano veramente di essere visitati :-)
    A presto,
    BikersOnWeb

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.